segui I TEATRINI anche su tripadvisor twitter pinterest index

L'ALBERO DEL SOLE


L' ALBERO DEL SOLE
uno spettacolo di Giovanna Facciolo dalle fiabe di H. C. Andersen

con: Monica Costigliola, Adele Amato de Serpis (Matilde De Feo)
costumi: Anna Radetich
in collaborazione con: Università degli Studi di Napoli "Federico II" e Orto Botanico di Napoli

spettacolo itinerante riservato a max 80 bambini - prenotazione obbligatoria
età consigliata: 5 - 10 anni

albero_sole_1


vedi la galleria fotografica

“L’Albero del Sole era un albero magnifico, la sua chioma si estendeva per molte miglia, essa era in realtà una vera foresta, ciascuno dei suoi rami più piccoli era a sua volta un intero albero, vi erano palme, faggi, pini, platani, sì, tutti questi tipi di alberi che esistono da un capo all’altro del mondo, che qui crescevano come ramoscelli sui grandi rami i quali, coperti di verde, formavano prati pieni di fiori e magnifici giardini…
…vi era un castello di cristallo con vista su tutti i paesi del mondo…
…il sole vi brillava sempre, infatti lo chiamavano l’Albero del Sole.”

Così Andersen descrive questo bellissimo albero-foresta-giardino nella sua favola “La pietra filosofale” e sembra proprio che parli del nostro Orto Botanico che ancora una volta sarà teatro di storie affascinanti diventando per noi il grande Albero del Sole: lì entreremo e incontreremo Andersen in persona in cerca della Fiaba, quella che un tempo incontrava sotto diverse forme negli angoli più inaspettati e che ora, però, non bussa più alla sua porta… forse perché nessuno ci pensa più.

Saranno i personaggi che vivono nelle sue favole a rivelargli come e dove può ancora cercarla, personaggi portatori di saggezza e mistero, di storie dense di cammini, incantesimi e desideri.

L’amore che Andersen nutriva per la natura, gli insegnamenti che in lei ripone nelle sue storie, il senso del magico con cui ce le svela ci ha portato a scegliere questo autore come ispiratore del nostro spettacolo all’Orto Botanico, allestito in occasione del bicentenario della sua nascita.

Lo spettacolo presenta una struttura itinerante.
Il giovane pubblico seguirà il percorso interagendo con i personaggi.